IL CORTILE DELLE MATTE
Benvenuti sul Forum del Cortile delle Matte...



spesa mensile


La spesa di gennaio


Dopo gli stravizi di dicembre,prepariamoci a spese che aiutino a disintossicare e a stare meglio con frutta e verdura di stagione:

-cavolfiore:aiuta le difesedell’apparato respiratorio e sarebbe bene mangiarlo crudo, in insalata

-carote: il loro succo serve aproteggere la pelle dalle aggressioni del freddo

-barbabietole: in insalata, aiutano.Coi loro Sali minerali, a recuperare energia

-radicchio: per il metabolismo

-mandorle: ricostituenti, ne bastano 4al giorno

-pompelmo: cura la fragilità deicapillari

-kiwi:rafforza le difese immunitariegrazie all’alto contenuto di vitamina C

-cannella: aiuta ad abbassare lapressione e a “sciogliere” i grassi.

Acquistiamo sempre verdura e frutta distagione:

oltre alle verdure sopraindicate, sonotipiche del mese di gennaio bietole, broccoli di vario tipo, carciofi, cardi, catalogna, cicoria, finocchi, indivia, lattuga, porri, rape, sedano e spinaci.

Per la frutta, acquistiamo anchearance, mandaranci, mandarini, mele e pere.



La spesa di Febbraio


(per la salute del corpo e dellatasca!)


Verdura:

Tutte le crucifere: broccoli, cavoli,cavolfiori, cavolini di Bruxelles, cime di rapa, verze

Verdure da foglia o erbacee: bietole,carciofi, cardi, carote,cicorie, finocchi, indivia o scarola, porri, radicchio tardivo, sedano, spinaci

Non dimentichiamoci delle patate edella zucca, che, seppur raccolta prima di adesso, si mantiene in buonissimo stato per tutto l’inverno.


Frutta:

mentre le arance, nelle varietàtardive, si raccolgono fino ad Aprile/Maggio, la raccolta dei mandarini e delle clementine (o mandaranci) termina a febbraio, quindi è il caso di approfittarne…

Possiamo poi comprare pompelmi, mele(tra queste, le migliori, perché raccolte più tardi, rispetto a quelle settembrine sono: Granny Smith, Renette, Annurca, Golden, Imperatore, Jonathan….), pere (privilegiando le ultime ad essere raccolte quali: William, Kaiser, Abate, Decana d'Inverno, Passa Crassana), i kiwi e le banane che, essendo di origine tropicale, si trovano tutto l’anno; ricordiamoci che sono molto ricche di potassio, utile nel controllo della pressione arteriosa, della contrazione muscolare e nella trasmissione degli impulsi nervosi.


Pesci di stagione:

Merluzzi, sgombri, sardine, sogliole espigole; dalla metà di febbraio le canocchie (o cicale, o pannocchie) pare siano nel momento di maggior pienezza e di carne più soda.


La spesa di marzo


Potendo fare una gita in campagna,lontano dalle strade, possiamo trovare, da mangiare in insalata o cotte, passate in padella con poco olio e aglio, tarassaco, cicoriette, crespigni e valerianella; Si può andare anche a caccia di asparagi selvatici, che cominciano la loro stagione; sono utilissimi per ridurre il ristagno dei liquidi nei tessuti, aiutando perciò la lotta contro la cellulite. Solo chi soffre di disturbi renali in generale deve fare attenzione, in quanto gli asparagi sono sconsigliati.

Il metodo di cottura più indicato èal vapore, per mantenere il più possibile gli elementi utili di cui sono ricchi: fibra, vitamina C, carotenoidi, fosforo, calcio e potassio.

Al mercato, invece, troviamo broccoli,cavoli e gli ultimi cavolfiori, carciofi, cicorie, le prime insalatine di primavera e le ultime varietà invernali, radicchi, finocchi, sedano e spinaci, porri e lampascioni, i primi ravanelli.

La frutta in questo mese vede lapresenza di pere e mele, di kiwi, mandarini tardivi e arance bionde e rosse. E’ arrivato il momento di dare largo spazio a frutta e verdura, diminuendo il consumo di proteine, soprattutto animali, a parte quelle proprie del pesce, sempre ricco di Omega3. Ecco una lista che riguarda il pescato tipico di questo mese, sia del Mar Tirreno che dell’Adriatico:


Mare Adriatico:


Poveraccia o Vongola: da Novembre aMarzo.

Scrigni di Venere o Scafarche (Vongoladi origine indo pacifica, ma che ha trovato ambiente ideale nell’Adriatico, purtroppo a scapito della vongola indigena): da Novembre a Marzo.

Seppie: da Marzo a Giugno.

Moli (o moletti, o merlani): daDicembre a Maggio.

Pagello o Fragolino: da Ottobre aMarzo.

Paganelli: da Marzo a Giugno.

Saraghina (o spratto, o sardella, opapalina): da Marzo ad Aprile.

acciughe: da Novembre ad Aprile

Canocchie: da Dicembre a Marzo.

Grancelle: da Novembre a Marzo


Mar Tirreno:


MARZO: Rossetti, Seppie, Bianchetti,Occhione (o pezzogna o besugo), Potassoni e Merlani, Palamite, Naselli, Triglie, Moscardini, Rana Pescatrice, Frittura (Naselli – Triglie)


La spesa di aprile


FRUTTA

Arance, cedri, fragole, kiwi, mele,pere.


VERDURA

Asparagi, barba di frate (agretti),barbabietole, bietole, carciofi, carote, cavolfiori,

cavoli, cicorie, cipolline ecipollotti, crescione, fave, finocchi, insalate, patate, porri,

radicchi, ravanelli, rucola, sedani,sedani rapa, spinaci.


Pesci & Co:


alici, acciughe, cefali muggine, cozze,dentici, gamberi, naselli, pesci spada, razze,

rane pescatrici o pesci rospo, ricci dimare (solo fino al 13, poi è vietata la pesca),

san Pietro, sardine, scampi, seppie,sgombri, sogliole, tonni, triglie, totani.


La spesa di maggio


Frutta:

fragole, kiwi, lamponi, mele, nespole,le prime ciliegie


Verdura:

agretti, asparagi, bietole, borragine,catalogna (puntarelle), cicorie, fagiolini, fave, finocchi, indivia, lattuga, patate novelle, piselli, radicchi etto, rape, ravanelli, rucola, sedano, spinaci.


Pesci:

acciughe, cefali, dentici, merluzzi,naselli, pesce spada, sardine, sogliole, tonno, triglie.



La spesa di giugno


Frutta e verdura:

Comincia la stagione della frutta estiva, quindi sul mercato possiamo trovare le ultime fragole, le prime albicocche, le ciliegie, pesche e susine. Cominciano a fare la loro comparsa i meloni e, nei piccoli frutti, i lamponi.


Nel campo degli ortaggi possiamoacquistare asparagi, bietole, carote, cavoli, cetrioli, fagiolini, i primi fagioli, fave, finocchi, insalate di vario tipo, melanzane, piselli, peperoni, pomodori, rape, ravanelli, rucola, spinaci, taccole (o piattoni, o piselli mangiatutto), zucchine. Sul mercato troviamo anche cipolle novelle e aglio fresco.


Pesce


Cefalo o muggine, dentice, granchi,nasello, orata, passera, pesce spada, rana pescatrice o coda di rospo, razza, ricciola, sardina, scampi, sogliola, spigola, tonno, totani, triglie.


La spesa di luglio



Frutta:

Albicocche, Amarene (o marasche),Ciliegie, Cocomeri (o angurie), Fichi fioroni,

Fragole (ultime), Giuggiole, Lamponi,Melone, Mirtilli, More, Pere, Pesche, Prugne e susine, Ribes.


Verdura:

Bietole, Carote, Cetrioli, Cicoria dataglio, Cipolla e scalogno,Fagioli, Fagiolini o cornetti e fagioli mangiatutto, Fave (le ultime, da cuocere), Fiori di zucca, Insalate e lattughe, Melanzane, Patate novelle, Peperoni, Piselli, Pomodori, Rapanelli o ravanelli, Rucola, Zucchine.


ATTENZIONE: una decisione UE haabrogato dal 1° luglio le norme che disciplinano gli standard minimi di forma e dimensione di alcuni tipi di frutta e verdura (albicocche, carciofi, asparagi, melanzane, avocado, fagioli, cavoli di Bruxelles, carote, cavolfiori, ciliegie, zucchine, cetrioli, funghi coltivati, aglio, nocciole in guscio, cavoli cappucci, porri, meloni, cipolle, piselli, prugne, sedani da coste, spinaci, noci in guscio, cocomeri e cicoria), il che consente di vendere pezzature di seconda o terza scelta come fossero di prima, quindi, attente ai prezzi!

Sono ancora obbligatori questi standardper mele, agrumi, pere, kiwi, insalate in genere, pesche e nettarine, fragole, peperoni, uva da tavola e pomodori (per abolire gli standard di questi ultimi, sull’etichetta dev’essere scritto “destinati alla trasformazione”. Ciò accade perché la UE ritiene più rappresentative nel commercio queste ultime varietà. Aggiungo che l’Italia ha votato contro, assieme ad altri 6 Paesi; i favorevoli, 9, sono praticamente tutti nordeuropei….


Il pesce di luglio

Acciuga, Canocchie (o cicale di mare opannocchie), Cefalo muggine, Dentice, Granchi, Mitili, Nasello, Orata, Passera, Pesce spada, Ricciola, Sardina, Scampi, Sgombro, Sogliola, Spigola, Spinarolo o palombo spinoso, Triglia.



La spesa di agosto


Frutta:

Albicocche, angurie, fichi, lamponi,meloni, mirtilli, more, pere, pesche, prugne e susine, ribes, uva.


Verdura:

Bietole, carote, cetrioli, cicoria,fagioli e fagiolini, lattuga di vario tipo, melanzane, patate, peperoni, pomodori, ravanelli, rucola, spinaci, zucchine.


I pesci e molluschi ad agosto:

Acciuga, calamaretto, dentice, mitilo ocozza, nasello, orata, passera, pesce spada, sardina, sarde, sgombro, sogliola, suro, triglia.


La spesa di settembre



Frutta:

fichi, fichi d’india, mele, nocciole,(anche le prime noci), pere, pesche (le ultime), prugne, ribes, uva, uvaspina


Verdura:

bietole, broccoli, carote, cavolini diBruxelles, cetrioli (ultimi), cicoria, cipolle, finocchi, funghi, insalate, melanzane (le ultime), patate, peperoni (gli ultimi), pomodori, rape, le ultime zucchine e le prime zucche.


Pesce di settembre


Alici, calamaro, cefalo muggine,dentice, gattuccio, mazzancolle, moscardini, orata, pannocchie (o canocchie o cicale), passera di mare, pesce spada, sardina, seppia, sogliole, spinarolo (piccolo squalo), triglie, zanchette (assomigliano alle soglioline, ma di pelle liscia, adatte per frittura: fanno parte del cosiddetto pesce di paranza)


La spesa di ottobre



Verdura:

bietole, broccoli, carote, cavolfiori,cavoli, cavolini di Bruxelles, cicoria, finocchi, insalate, melanzane (le ultime), porri, radicchi, rape, ravanelli, spinaci, zucche.


Frutta:

cachi, castagne, mele, pere, uva.


Pesce:

alalunga, cefalo muggine, dentice, fragolino, gallinella, mazzancolla, nasello, orata, pesce spada, polpo, ricciola, rombo, sardina, sogliola, spigola, tonno, triglia.





La spesa di novembre


Frutta:

arance, cachi, castagne, kiwi,mandaranci, mandarini, mele, mele cotogne, pere.


Verdura:

bietole, broccoli, carciofi, cardi,cavolfiori, cavoli, cicoria, finocchi, indivia, insalata, radicchio, spinaci, topinambur, verza, zucche.


Pesce:

acciuga, alici, calamaretti, calamaro,canocchie (pannocchie, cicale..), cefalo o muggine, dentice, gattuccio, mazzancolle, mazzole, moscardini, nasello, orata, sardina, sogliola, spinarolo, triglia, zanchette.


La spesa di dicembre


Frutta:

arance, kiwi, mandaranci o clementine,mandarini, mele, pere, pompelmi.


Verdura:

Bietole, broccoli, carciofi, cardi,cavolfiori, cavoli, finocchi, lattughe, porri, radicchio, rape, ravanelli, scarola, spinaci.


Pesce:

Alici, busbana ( o pesce cappellano omormoro, o merluzzetto giallo), calamaretti, calamari, canocchie (o pannocchie o cicale), gattuccio, mazzancolle, mazzole (o gallinelle), moscardini, nasello, rombo, sgombro, sogliole, spinarolo, triglie, zanchette (o linguattole, simili a piccole sogliole).