IL CORTILE DELLE MATTE
Benvenuti sul Forum del Cortile delle Matte...



canzoni modenesi

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

canzoni modenesi

Messaggio Da fiorella il Mer Lug 17, 2013 12:30 am

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

La Fola Del Magalas by Modena City Ramblers:

Quasta ché l'è na fola c'la pèrla ed la béssa
l'è nèda in campagna fra al verd e al gris
ades a v'la caunt in mod c'as capessa
par ferev paura e màtrev d'avis
ste ateinti quand a vin sira a ander par la streda
c'a'n gh'è mai nisun in gir
tot i megher, tot i gras
i g'an pòra dal Magalas
Al Magalas l'è na béssa c'l'è neda in'Panera
l'è longa se meter, quelch'd'un giva ot
d'inveren la s'luga in mez a la giera
ma in Merz la vin fora e i ein cas par tot
chi l'ha vesta in curtil, chi in d'l aldamera
chi in canteina tra veine parsòt
tot i zoven, tot i plèe
ades i disen c'l'è turnèe
L'è negher com un cancher, l'è cativ e l'è arabii
ed not a't selta in testa, a't magna i oc, a't magna i di
l'è nascost in sema al graner, l'è là c'al t'aspeta in mez a i sas
la ginta l'an dorem piò a seinter la fola dal Magalas
Fo acsé che un bel dé tot quant al vilag
par pòra d'la béssa i v'liven scaper
quelch d'un al pruveva a fèeres curag
ma in dal meinter sercheva un sit par purtèr
fiol e baioc, gat e cagnin, tàgi e tigin e fin tamaras
tot a scaper in dal turioun par pòra dal Magalas!
In vatta a la tor ig steven tot quant
imbianchein, cuntadein, sert e dutor
sgor, bariagoz, pret e cantant
tot a brigher in cal sit sicur
a avrir n'ustari, na scola, n'impiant
negozi, buteghi e fin baladur
tot i fùreb e i caioun a strichères in dal turioun
Bè, la fola l'ariva a Sasol, a Vgnola
a Cherp e Sulera, in tot al Mudnes
la ginta la scapa, la sèra butega
a's voda al stredi in tot i paes
acsé quand a vin un quelch furester
e al d'manda perché a'n gh'è nisun a spas
Deg "I ein tot nascost in di turioun
par pòra dal Magalas!"
Perchè l'é negher com un cancher...
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

[Traduzione dal dialetto modenese]
LA STORIA DEL MAGALASSO
Questa qui è una storia che parla della biscia / è nata in campagna tra il verde e il grigio
Adesso ve la racconto in modo che si capisca / per farvi paura e mettervi in guardia
State attenti la sera ad andare per strada / perchè non c'è mai nessuno in giro
Tutti i magri, tutti i grassi / hanno paura del magalasso
Il magalasso è una biscia che è nata in Panaro / è lunga sei metri, certi dicevano otto
D'inverno si nasconde in mezzo alla ghiaia / ma in marzo viene fuori e sono cazzi per tutti
Chi l'ha visto in cortile, chi nel letamaio / chi in cantina tra vino e prosciutti
Tutti i giovani, tutti i pelati / adesso dicono che è tornato
Ed è nero come un accidente / è cattivo e arrabbiato
Di notte ti salta in testa / ti mangia gli occhi, ti mangia le dita
E' nascosto su in granaio / è là che ti aspetta in mezzo ai sassi
La gente non dorme più a sentire la storia del magalasso.
Fu così che un bel giorno tutti al villaggio / per paura della biscia decisero di scappare
Qualcuno provava a farsi coraggio / ma intanto cercare un posto dove portare
Figli e soldi, cani e gatti, pentole e pentoline / e perfino materassi
Tutti a scappare sulla torre per paura del magalasso
In cima alla torre ci stavano tutti / imbianchini, contadini, sarti e dottori
Signori, ubriaconi, preti e cantanti / tutti a lavorare in quel posto sicuro
Chi apre un'osteria, chi una scuola o una fabbrica / negozi, botteghe, perfino discoteche
Tutti i furbi e i coglioni a stringersi sul torrione !
Beh, la storia arriva a Sassuolo e Vignola / a Carpi, a Soliera e in tutto il Modenese
La gente scappa, chiude bottega, / si vuotano le strade in tutti i paesi
Così quando viene un forestiero / e ti chiede perchè non c'è nessuno a spasso
Digli:" Sono tutti scappati sulla torre per paura del magalasso!"
Perchè è nero come un accidente...


Diffidate delle diete, una salute conservata con una dieta troppo severa è come una noiosa malattia
-Montesquieu


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]...[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
fiorella
Admin
Admin

Messaggi : 12018
Data d'iscrizione : 09.01.13
Età : 60
Località : valsamoggia

http://www.oliveto.info

Tornare in alto Andare in basso

Re: canzoni modenesi

Messaggio Da fiorella il Mer Lug 17, 2013 12:30 am

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

La Girlandèina

Cùma t’è bèla, chèra Ghirlandèina,
T'em pèr un quel d’insàni, una vision!
Bianca, in tla préma lus ed la matèina,
T'em pèr un’urazioun.

Ghirlandèina, véta mia,
T’è por bèla, csa t’em piès!
Vè che tarr! Che maravia!
Ciàpa, to’, ch’at bott un bès!

Bianca, slanzèda, cun la punta al zél
Al campanoun ch’al t’fa totta termer
Guardian piò vigilant e piò fedel
An gh’è dobbi cater

Dal bianchi balaostri, pò… che vésta!
La zitè satta, i mount e al mèr luntan
Du fiom lusent, i camp in bèla vésta:
La tèra di zemiàn.

traduzione:
La Ghirlandina

Come sei bella, cara Ghirlandina
mi sembri una cosa da sogno, una visione!
bianca nella prima luce della mattina
mi sembri una preghiera

Ghirlandina vita mia
sei ben bella, come mi piaci!
guarda che torre! che meraviglia!
prendi, to', che ti butto un bacio!

Bianca, slanciata, con la punta al cielo
Il campanone che ti fa tutta tremare
Guardiamo piu' vigile e fedele
non è possibile trovare

Dalle bianche balaustre, poi che vista!
La citta' sotto, i monti e il mare lontani
Due fiumi lucenti, i campi in bella vista:
La terra dei Geminiani


Diffidate delle diete, una salute conservata con una dieta troppo severa è come una noiosa malattia
-Montesquieu


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]...[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
fiorella
Admin
Admin

Messaggi : 12018
Data d'iscrizione : 09.01.13
Età : 60
Località : valsamoggia

http://www.oliveto.info

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum