IL CORTILE DELLE MATTE
Benvenuti sul Forum del Cortile delle Matte...



Il flauto magico di W.A. Mozart

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Il flauto magico di W.A. Mozart

Messaggio Da Aurora il Gio Lug 25, 2013 9:07 pm

Il flauto magico (Die Zauberflöte)

Libretto di Emanuel Schikanader
Dalla favola “Lulu ober die Zauberflöte di Christoph Martin Wieland
e dal libretto “Oberon, König det Elfen” di Karll Ludwig Gieseke

Personaggi e interpreti

Sarastro – basso – Gran Sacerdote del Regno della Saggezza
Tamino – tenore – Principe
Pamina – soprano – giovane rapita da Sarastro e amata da Tamino
Astrifiammante – soprano di coloritura - regina della notte e madre di Pamina
Papageno – basso – uccellatore
Papagena – soprano - una vecchia
Oratore – basso – oratore degli iniziati
Tre damigelle – soprani - rappresentanti della regina della notte
Tre fanciulli - soprani o voci bianche – tre genietti


Il flauto magico un’opera nata sia per una questione nazionale che per una questione sociale. Nazionale perché dappertutto imperava il melodramma italiano in lingua italiana e si voleva dare nuovo impulso alla musica tedesca già aperto da Beethoven e Wagner e sociale perché l’opera poteva contribuire alla causa della musica tedesca oltre che essere un opera che passava da chiari riferimenti massonici alla fiaba per bambini. Di sicuro, che svetta sopra ogni cosa però c’è la musica che sovrasta un libretto tutto sommato inconsistente.
Nel Flauto musicale non manca nulla: bel canto, cori, canzoni popolari, inserti di opera buffa, musica orchestrale geniale e originale.
Manca un po’ il risvolto psicologico, i protagonisti sembrano maschere un po’ grottesche, ma sono proprio queste “maschere” a riuscire a far esprimere speranza e dolore, gioia e tristezza, allegria e tragedia.
Il flauto magico è stata di fatto l’ultimo opera di Mozart interrotta svariate volte per portare a termine La Clemenza di Tito e iniziare il famoso Requiem che fu l’ultimo atto musicale di Mozart che si spense due mesi dopo la prima rappresentazione.
4 anni dopo fu commissionata a Giovanni De Gamerra una versione italiana del libretto, mentre a un musicista fu chiesto di trasformare le parti parlate in recitativi secchi in modo da poter essere accompagnati semplicemente dal clavicembalo e l’opera tradotta in italiano venne rappresentata anche in molte città tedesche, questo perché nei teatri più importanti l’opera in lingua italiana era tenuta in maggior considerazione.

La prima rappresentazione fu a Vienna, Theater auf der Wieden, 30 settembre 1791

Primo atto

L’overtour comincia con 3 accordi ripetuti… il numero 3 numero massonico verra ripetuto varie volte… tre sono le damigelle, tre sono i genietti, invocazioni ripetute 3 volte e sarà tutto un susseguirsi di massoneria e fiaba, ombra e luce, forte e chiaro.

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

La scena si apre lentamente con 17 battute per dare tempo di passare dalla realtà alla finzione e culminante con l’arrivo e l’invocazione di Tamino che inseguito da un serpente, chiede aiuto e poi sviene.
Da un tempio lì vicino escono tre damigelle che uccidono il drago e hanno poi modo di rimirare il bel Tamino ancora svenuto e quasi litigano tra loro per rimanere da sole a vegliare il ragazzo. Ma nessuna se ne va e quindi si allontanano tutte e tre intanto che Tamino rinviene e vede il serpente ucciso. Sentendo qualcuno arrivare Tamino si nasconde: è Papageno che arriva con il suo flauto.

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

E la musica e allegra, aerea, leggera e accattivante.
Tamino esce allo scoperto e Papageno non resiste alla tentazione di dirgli che conosce la Regina della notte e di dire di essere stato lui a uccidere il drago. A quel punto tornano le tre damigelle punendo Papageno con una pietra al posto del solito zucchero e acqua la posto del solito vino. Infine un bel lucchetto alla bocca in modo che non possa più dire bugie.

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Prima di andarsene danno a Tamino il ritratto di una giovane donna, figlia della Regina della Notte sperando che non gli sia indifferente.
Le Tre Damigelle raccontano a Tamino che Sarastro il malvagio ha rapito Pamina, la figlia della Regina e a questo punto appare la regina per la prima volta: Sono condannata a soffrire perché mi manca mia figlia , con lei se n’è andata la felicità, un malvagio fuggì portandosela via … se tu la salverai per te per sempre sarà.
Tamino non sta in sé dalla gioia, le tre damigelle tolgono a Papageno la punizione, a Tamino viene donato un flauto magico e al cacciatore di uccelli un glockenspiel… strumento fatto con i campanelli di argento.
Invocati dalle tre damigelle arrivano sopra le loro teste tre fanciulli su una nuvola che dovranno essere il punto di riferimento per i due uomini per trovare Tamina.

Intanto in un luogo che sembra egiziano tre schiavi sghignazzano tra loro… il loro negrerio sicuramente domani sarà impiccato perché Pamina è riuscita a sfuggire alla prigionia… ma la gioia dura poco, Pamina viene di nuovo fatta prigioniera da Monostato che esegue gli ordini di Sarastro.
Pamina svenuta invoca in nome della madre, Monostato allonatana gli schiavi e arriva in scena Papageno. I due uomini scappano in parti opposte, ma Papageno torna indietro… “se esistono uccelli neri perché non dovrebbero esistere uomini neri?” e ritratto alla mano si accorge che quella ragazza è proprio Pamina figlia della Regina della notte.

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]


Papageno spiega a Pamina che Tamino verrà a salvarla e riappaiono in cielo i tre fanciulli che precedono l’arrivo anche di Tamino che si guarda in giro cercando ci capire se è arrivato da Pamina. Tenta di entrare nelle due parti laterali del tempio, Natura e Ragione, ma …indietro indietro… gli viene ordinato, quando invece si avvicina alla porta centrale ne esce un sacerdote che chiede al principe cosa cercasse… la risposta lo stupisce: cerco il regno dell’amore e della virtù. Il sacerdote gli fa notare che in lui ci sono solo odio e vendetta però… impossibile cercare amore con questi due sentimenti. Tamino viene così a scoprire che è proprio Sarastro a regnare nel tempio della Saggezza e ne rimane disonrietato… come può un saggio fare una cosa tanto cattiva? e il sacerdote gli dice che solo quando avrà preso per mano l’amicizia potrà entrare nel tempio.
Tamino suona il suo flauto magico con la speranza che la sua bella appaia e inveceil suono incantevole del flauto attira degli strani animali che provano gioia a quel suono incantato., ma improvvisamente si sente il suono di Papageno e Tamino esce a cercarlo.
Papageno e Pamina entrano dalla parte opposta, sono riusciti a fuggire e a loro volta sento il suono di Tamino, ma gli schiavi con a capo Monostato li raggiungono e vorrebbero legarli, ma Papageno suona il suo glockenspiel e tutti gli schiavi se ne vanno ballando leggiadri stregati dal suono.
Fanno per andarsene, ma arriva Sarastro con tutta la corte e con Tamino incappucciato.
Monostato chieda che il prigioniero venga punito, ma sarà lui stesso a essere punito dal Gran sacerdote e Tamino e Papageno liberi vengono incappucciati per essere purificato e superare le prove del percorso pieno di pericoli.


Secondo tempo

Sarastro insieme ai sacerdoti spiega il perché ha dovuto strappare Pamina alla madre: ella era stata assegnata dagli dei al giovane Tamino e dove farli incontrare. Invoca Isise e Osiride affinché Papageno e Tamino superino la prova del silenzio. Non dovranno parlare con nessuno rivolga loro la parola. Qualunque cosa accada dovranno stare zitti e i due si impegnano pur di arrivare a Pamina l’uno e a Papagena l’altro e cioè una ragazza anche per Papageno.
Pamina intanto addormentata viene svegliata da Monostato che vorrebbe baciarla, ma viene cacciato da Astrifiammante nei panni della Regina della Notte che con una celeberrima aria mette nelle mani di Pamina un pugnale e le ordina di vendicarla uccidendo Sarastro altrimenti l’avrebbe rinnegata, ripudiata e abbandonata.

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Monostato ascolta tutto senza essere visto e minaccia poi Pamina di rivelare tutto a Sarastro se non l’amerà, ma giunge Sarastro che caccia Monostato.

Pamina implora il sacerdote di non farle del male alla madre e Sarastro le dice che nelle sue sale non si compiono vendette, non era quindi quel malvagio di cui si diceva all’inizio, ma un uomo giusto.
Intanto Papageno e Tamino continuano il loro percorso di silenzio.
Papageno incontra una vecchia incappucciata con la quale non riesce a stare zitto e intavola un discorso… sembrerebbe una vecchia, ma dice di avere 18 anni e due minuti e che conosce il suo nome, ma come Papageno fa per toccarla la vecchia sparisce.

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Arrivano i 3 genietti… questa volta sono a terra, non volano… e dicono loro che la meta è vicina e raccomandano a Papageno di tacere.
Mentre Papageno mangia e beve, Pamina raggiunge Tamino, ma lui non può risponderle e la ragazza pensa di averlo perduto.
Suona il trombone devono andare, Tamino supera la prova… Papageno un po’ meno, l’unica cosa che desidera e mangiare e bere, dimenticandosi di volere anche una ragazza, ma accende il Glokenspiel e chiede ancora una ragazza per sé. Ricompare così la vecchia tutta coperta di prima che gli dice: eccomi qui angelo mio... vorrebbe baciarlo, gli si propone come mogliettina, ma lui glissa, vorrebbe prima vederla in viso, ma non può… lui deve prenderla come moglie a scatola chiusa altrimenti sarà condannato a vivere a pane e acqua. Appena lui acconsente, la vecchia si toglie il cappuccio e compare una bellissima fanciulla che però lui non può ancora toccare perché il suo cammino non è finito.
Intanto i tre genietti si accorgono della disperazione di Pamina che vistasi respinta da Tamino sembra quasi mediti il suidicio, sembra come impazzita e allora le raccontano la prova del silenzio che deve superare il suo innamorato salvandole così la vita.
Pamina corre da Tamino che ora può parlarle e fare con lei l’ultima prova, la prova del fuoco che superano perfettamente.
Tutto sembra volgere al meglio, i ragazzi hanno vinto il pericolo e posso entrare nel tempio della saggezza.
Papageno intanto cerca la sua Papagena, da quando l’ha vista non pensa ad altro e non vede l’ora di reincontrarla. Ma anche lui deve superare una prova… e ce la fa anche con l’aiuto del Glockenspiel.
I tre genietti le portano Papagena… altra musica famosissima accompagna l’incontro dei due.

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Ma non è finita perché Monostato, Astrifiammante e le tre damigelle hanno deciso di intervenire e farsi giustizia da sole portando a termine la loro vendetta, ma non hanno fatti conti con un terremoto che le inabisserà prima di portare a termine la loro vendetta.

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Nel tempio Sarastro sta inneggiando al sole e alla sua luce ringraziando Iside e vuole consacrare e benedire la coppia Tamino-Pamina che tutti i pericoli hanno superato.


Ultima modifica di Aurora il Dom Nov 17, 2013 10:05 pm, modificato 2 volte


Se ti preoccupi sempre del peggio, è quello che finirai per avere (Chuck Palahniuk) 
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
Aurora
Admin
Admin

Messaggi : 22373
Data d'iscrizione : 09.01.13
Età : 70
Località : Milano / Ariis

http://auroraeadriano.blogspot.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il flauto magico di W.A. Mozart

Messaggio Da Rosetta 46 il Ven Lug 26, 2013 7:31 am

dunque... 

Quest'opera non l'ho mai conosciuta, l'ascolterò più volte per farla entrare a ben diritto fra le opere conosciute.

evviva evviva evviva 
avatar
Rosetta 46
matta certificata
matta certificata

Messaggi : 15462
Data d'iscrizione : 19.01.13
Età : 71
Località : Ampezzo

https://ilfogolar.blogspot.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il flauto magico di W.A. Mozart

Messaggio Da Danielagriner il Ven Lug 26, 2013 1:31 pm

Non conosco l'opera quindi grazie per averla pubblicata.
avatar
Danielagriner
matta sicura
matta sicura

Messaggi : 8358
Data d'iscrizione : 20.01.13
Età : 70
Località : Casorezzo (Mi)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il flauto magico di W.A. Mozart

Messaggio Da Almach il Ven Gen 10, 2014 12:16 pm

Aurora...! ieri pomeriggio ho saputo che avrei potuto andare a vedere le prove generali del "flauto magico" purtroppo non ho più avuto il tempo di venire quì a documentarmi. Mi è piaciuta tantissimo, bella la musica, bellissima la scenografia, bravi i cantanti.
Non sapevo che si potesse assistere alla prova generale (5€), non ho trovato nessuna differenza dalla vera rappresentazione a parte i maestri dell'orchestra vestiti in normalmente. E' stata una serata indimenticabile.
Sabato andranno anche Patrizia e Davide, Sofia e Irene, allo spettacolo vero non alle prove, sono certa che piacerà a tutti.
avatar
Almach
matta timida
matta timida

Messaggi : 5245
Data d'iscrizione : 20.01.13
Età : 72
Località : Torino

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il flauto magico di W.A. Mozart

Messaggio Da Aurora il Ven Gen 10, 2014 1:08 pm

Ne sono certa anche io. È una favola a lieto fine che sicuramente piace ai bambini e la musica è poi molto accattivante, molto bella e direi anche orecchiabile.


Se ti preoccupi sempre del peggio, è quello che finirai per avere (Chuck Palahniuk) 
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
Aurora
Admin
Admin

Messaggi : 22373
Data d'iscrizione : 09.01.13
Età : 70
Località : Milano / Ariis

http://auroraeadriano.blogspot.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il flauto magico di W.A. Mozart

Messaggio Da Aurora il Ven Gen 10, 2014 1:10 pm

Qui c'è l'opera completa registrata alla Scala nel 1995.

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]


Se ti preoccupi sempre del peggio, è quello che finirai per avere (Chuck Palahniuk) 
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
Aurora
Admin
Admin

Messaggi : 22373
Data d'iscrizione : 09.01.13
Età : 70
Località : Milano / Ariis

http://auroraeadriano.blogspot.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il flauto magico di W.A. Mozart

Messaggio Da fiorella il Dom Gen 19, 2014 5:10 pm

a me piace tantissimo e, come mi ha insegnato fulvio, grande conoscitore di opera lirica e musica classica, l'aria
la regina della notte
è quanto di piu' difficile sia stato pensato per un soprano


Diffidate delle diete, una salute conservata con una dieta troppo severa è come una noiosa malattia
-Montesquieu


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]...[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
fiorella
Admin
Admin

Messaggi : 11801
Data d'iscrizione : 09.01.13
Età : 60
Località : valsamoggia

http://www.oliveto.info

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il flauto magico di W.A. Mozart

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum